Per conoscere
IL PROGETTO
Qui, ognuno è arrivato nel proprio tratto di strada. Ognuno con le proprie ferite da cicatrizzare, nodi da sciogliere. Col tempo s'impara che nessun mantello è mai abbastanza spesso per coprire o nascondere le fragilità. E che in realtà, le ferite sono solo tagli dai quali può filtrare la luce

Mi chiamo Giulia e sono una graphic designer e fotografa professionista. Ho iniziato a fotografare – un po’ per caso, un po’ per dovere – al primo anno di Accademia. A distanza di otto anni continuo a farlo perché nella capacità di emozionarsi, credo, sia racchiuso il senso della vita.

 

Ho viaggiato, accumulato chilometri, passi. Ho conosciuto storie, alcune di queste le ho raccontate. Altre, ho scelto di tenerle per me come ricordi, esperienze private e sane. L’incontro con culture diverse ha inevitabilmente influenzato il mio modo di vedere e di fotografare. La mia formazione ha radici profonde nel mondo della street photography e del fotogiornalismo. Per questo mi piace l’idea di una fotografia più vicina possibile al reale, che cammina con discrezione, in punta di piedi, lungo il bordo delle vite degli altri. 

 

Visioni Virali è un progetto nato a Marzo 2020, in pieno lockdown, ed è frutto della necessità di raccontare ciò intorno e dentro di me stava drasticamente cambiando. Ho frequentato ospedali, Terapie Intensive, stanze degli abbracci. Ho raccontato il dolore, la rassegnazione ma anche la rinascita di chi ha saputo camminare come un funambolo su un filo teso nel vuoto, nell’istante in cui tutto ciò che conta è la giusta dose di concentrazione, resilienza e determinazione.

Da quel periodo sono nati intrecci preziosi. Molte immagini di Visioni Virali sono state selezionate dal comitato scientifico di Roma-Fotografia nell’ambito della call internazionale “Life in the time of Coronavirus” promossa da Roma Fotografia, TWM Factory, la rivista ILFOTOGRAFO, il Festival della Fotografia Etica di Lodi e in collaborazione con The Walkman Magazine. Tra le 10.000 fotografie arrivate da 28 Paesi nel mondo (Nepal, Afghanistan, Russa, Cina, Canada, Brasile e molti altri) e da tutta Europa realizzate da 1500 fotografi diversi, il comitato scientifico ha scelto di esporre alcune immagini di Visioni Virali all’interno del circuito internazionale del “Festival della Fotografia Etica di Lodi” in programma dal 26 Settembre al 25 Ottobre 2020. Il sito di Visioni Virali ha raggiunto oltre 350.000 visitatori.

 

A distanza di tre anni, Visioni Virali continua ad essere un contenitore di storie, di parole e di immagini.

 

Total: